Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’Enalcaccia e EPS che, a quanto comunicatoci, hanno diffidato Scelta Etica dall’utilizzo del proprio logo, anche Arci Caccia ha proceduto in modo analogo contro i rappresentanti legali di questa formazione politica. A questo scopo il presidente Maffei ha inviato una diffida ad utilizzare il marchio di Arcicaccia per una riunione per la costituzione di una sedicente confederazione delle associazioni connotata politicamente. Non si ha notizia della decisione di altre associazioni. Purtroppo questo procedere in ordine sparso è causato dalla mancanza di una struttura formalmente costituita, eletta e, conseguentemente, legittimata giuridicamente a rappresentare i cacciatori associati e gli altri interlocutori. Questa situazione di assenza di organismi unitari dipende dalla scelta di altri, non dall’Arci Caccia. Per questo, nel frattempo, Arci Caccia ha provveduto a diffidare chiunque a utilizzare il suo luogo e la firma del Presidente, in qualsiasi sede o documento, senza la preventiva autorizzazione e sottoscrizione autografa da parte del Presidente Nazionale degli atti prodotti.

Di seguito il testo della diffida:

About the author

Marco Navarro

Responsabile editoriale della redazione.
Esperto di comunicazione, web designer, grafico pubblicitario, marketing strategico ed esperto dei nuovi media.