Print Friendly, PDF & Email

Nella regione Marche è consentito spostarsi dalla propria residenza/domicilio, anche quando ricadente in zona classificata “arancione” o “rossa”, per:
Esercitare la caccia di selezione al cinghiale e/o ai cervidi al fine di raggiungere l’area di caccia in cui sono stati autorizzati (Distretto di Gestione o Azienda Faunistico o Agri-turistico venatoria);
Conferire le spoglie o i campioni biologici degli ungulati nelle località previste (punti di trattamento delle carcasse o ASUR);
Effettuare il recupero di ungulati feriti;
Rrealizzare i censimenti di ungulati, secondo le modalità che verranno indicate dagli ATC di appartenenza;
Effettuare attività di allenamento/addestramento cani nelle specifiche zone autorizzate (L.R. 7/95 art. 33) ed individuate dalla DGR .n. 99 del 8 febbraio 2021.
Inoltre sono stati prorogati sino al 12 aprile 2021 i termini di riconsegna del tesserino venatorio all’ATC, che erano previsti entro il 12 marzo.
Mi preme comunicare pertanto, che con l’ordinanza del Presidente della Regione adottata, l’esercizio della caccia e dell’addestramento cani, seppur nel rispetto di tutte le precauzioni anti COVID19, può riprendere il suo normale svolgimento a partire da sabato 6 marzo.

Scarica L’ordinanza>

About the author

Avatar

Redazione RM

Translate »