Print Friendly, PDF & Email

 

Le abbondanti nevicate di queste ultime settimane rappresentano una pesante sfida per la nostra fauna selvatica e hanno spinto molti animali selvatici, soprattutto cervi e caprioli, a quote più basse ed anche a spostarsi lungo i versanti più esposti al sole o addirittura ad abbandonare il proprio habitat d’elezione, i boschi, per raggiungere il fondovalle, avvicinandosi ai centri abitati.
Alle avversità climatiche e naturali si aggiungono i disturbi causati dagli escursionisti. Quest’inverno, molte riserve hanno comunicato la loro preoccupazione per il forte aumento dell’escursionismo nella neve.
In risposta a queste esigenze, L’Associazione Cacciatori Alto Adige ha ideato una serie di cartelli informativi per sensibilizzare gli escursionisti.
La proposta è stata accolta molto favorevolmente dalle riserve, superando ogni previsione sono stati ordinati oltre 800 cartelli segnaletici che sono stati distribuiti in 60 riserve.
Questo dimostra ancora una volta quanto questo tema stia a cuore alla comunità venatoria, seriamente preoccupata per il benessere della fauna selvatica.
Nei prossimi mesi è prevista una nuova cartellonistica con nuovi messaggi, idonei ad altri momenti delicati per la selvaggina, per esempio al periodo della riproduzione, dei parti e dell’allevamento della prole. Questo permetterà alle riserve di caccia di sensibilizzare gli escursionisti e gli amanti della natura con segnali adeguati, a seconda della stagione.

 

About the author

Avatar

Redazione RM

Translate »